Buongiorno a tutti,

sono Joselin St.Aimee, cantante professionista di musica gospel e Presidente dell'associazione Acting Out English Academy, associazione che promuove l’apprendimento della lingua e cultura inglese, in particolare afro-americana, attraverso la musica ed il teatro. Mi considero, proprio per la peculiarità di questo genere musicale, portatrice di un messaggio di pace, tolleranza e amore. La musica, dopo la preghiera, è il più potente mezzo a nostra disposizione per avvicinarsi a Dio e rappresenta il più grande strumento d’incontro tra uomini di culture, religioni e razze diverse. 

Il 21 settembre si festeggia la “Giornata Internazionale della Pace” istituita dal 1982 dalle Nazioni Unite. L'ONU ci esorta ad onorare tale ricorrenza con iniziative formative e di sensibilizzazione dell’opinione pubblica sul tema della pace. Vorrei quindi che anche la città di Mestre fosse coinvolta attivamente nella realizzazione di un evento per partecipare a questa importante giornata. Anche quest’anno, assieme ad altri cantanti, musicisti e membri della mia associazione ci stiamo impegnando nella realizzazione di una “Giornata Internazionale della Pace" imperniata sulla musica. "Music for Peace" coinvolgerà molti artisti provenienti da diversi Paesi del mondo che hanno avuto modo di realizzare la propria carriera artistica in Italia.  Lo scopo è di porre l’accento sui vantaggi che una società multiculturale e multirazziale porta nell’ambito artistico-musicale, sottolineando l’importanza che la musica può avere come veicolo per la promozione dei diritti dell’uomo. 

Con questo evento vogliamo esprimere il nostro rifiuto verso un mondo governato dalla paura, dai muri, dall’intolleranza e dal razzismo. Per raggiungere questo obbiettivo ciascuno di noi deve usare i propri talenti. Sono le “armi” che Dio ha messo a nostra disposizione per rendere il mondo migliore. L’arte, la musica e ogni forma di cultura e conoscenza sono le "armi letali" contro l’ignoranza, il pregiudizio, la paura dell’altro. Con lo spettacolo “Music for Peace” vogliamo ribadire che se la pace è l’obbiettivo dell’umanità, “l’arma” con cui combatteremo per conseguirlo sarà la musica la cui peculiarità è di unire uomini e donne di razze o religioni differenti rappresentando un punto di riferimento per tutti coloro che si riconoscono nei valori di uguaglianza e pacifica convivenza tra i popoli e che vedono nella società multiculturale e multirazziale un’opportunità e non un pericolo.

Un cordiale saluto a tutti.

Joselin St.Aimee