"ARTISTI PER LA PACE"


JOSELIN ST.AIMEE

 

Vocalista e cantante gospel, è nata in Inghilterra, ma è cre-sciuta negli Stati Uniti dove ha vissuto in prima persona, sin da bambina, l’esperienza dello spiritual nelle chiese avventiste americane. Joselin considera il proprio talento canoro un dono del Signore attraverso cui far comprendere l’essenza divina della musica gospel. Si esibisce sia come solista che con i più importanti musicisti afroamericani presenti nel nostro Paese tra i quali ricordiamo Cheryl Porter, Sherrita Duran, Joyce Yuille, Ken Bailey, Federica Baccaglini, i Bronzeville American Gospel Group di Harold Bradely, figura leggendaria della musica afroamericana in Italia. Il gruppo ha anche partecipato all’evento “La bibbia giorno e notte” trasmesso interamente per 72 ore consecutive dalla Rai. Ha collaborato con l’Halleluja Gospel Choir di Cheryl Porter, considerata una delle più importanti cantanti gospel presenti in Italia, esibitosi alla trasmissione “Ti lascio una canzone”, all'Arena di Verona in oc-casione della Festa della Fede. Ha inoltre partecipato come cantante solista al Torre Alfina Blues Festival, al Boston Green Festival e si è esibita al Blue Note di Milano con il gruppo Be-Gospel. St.Aimee promuove la cultura musicale afroamericana organizzando seminari e workshop di musica gospel in Italia e all'estero in collaborazione con Nehemiah Brown, figura di spicco della musica gospel in Italia, esibitosi nel 2003 davanti a Papa Woytila. Nel 2012 ha presento il suo primo album musi-cale intitolato Love Sacrifice, e il suo single Rolling Raging, da lei scritto e composto con la collaborazione del piani-sta Michele Bonivento, uno dei maggiori pianisti gospel italiani. Attualmente Joselin St.Aimee è presidente e direttore artistico dell’associazione culturale no-profit "Acting Out English Academy" (AOEA), che si occupa dell’apprendimento della lingua inglese attraverso la musica ed il teatro e dirige il coro “Venice Community Gospel Choir”. Nel 2015 Joselin ha debuttato in Italia con il suo primo pezzo teatrale da lei scritto, recitato e cantato intitolato “Freedom Warrior” nel quale viene rappresentata la vita straordinaria della schiava afroamericana Harriet Tubman. La sua vocazione umanitaria l’ha portata dal 2016 ad essere creatrice e direttrice artistica della manifestazione “Music for Peace” in occasione della giornata internazionale delle Nazioni Unite, manifestazione che nel 2017 ha visto il supporto di numerose istituzioni nazionali ed internazionali tra le quali l’UNICEF.


JOYCE YUILLE

Gospel, soul, blues e jazz: questo è il background di Joyce Yuille, artista di New York, ed entertainer di altissimo livello. Joyce porta nella musica il dinamismo e l'espressività vocale più autenticamente legati al linguaggio jazzistico di matrice nera venato di soul, blues e una trascinante verve ritmica e interpretativa. Le sue doti vocali sono in grado di colpire anche lo spettatore più raffinato, ma allo stesso tempo comunicano a tutto il pubblico la grande energia e passionalità di questa cantante. E’ diplomata in una delle più prestigiose scuole degli Stati Uniti, La Guardia High School Of The Music and the Performing Arts, divenuta poi famosa nel mondo, con il film "Saranno Famosi". 

La musica ha sempre rappresentato per Joyce l’energia vitale e negli anni la sua carriera di cantante è cresciuta al punto di portarla sul palco con i grandi nomi internazionali del panorama Soul, Jazz e Pop come Gloria Gaynor, Donna Summer, Randy Crawford, Ronan Keating, Sister Sledge, Dee Dee Bridgewater e molti altri. Joyce ha anche creato il gruppo "Gospel Times" tra i più consciuti nel panorama gospel italiano e continua a mettere a disposizione il suo talento collaborando con i migliori musicisti di fama nazionale e internazionale.


NEHEMIAH BROWN

Cantante, pianista, compositore, arrangiatore, direttore, insegnante di canto e tecnica vocale, molti lo ricorderanno per la sua partecipazione allo show televisivo "Markette" con Piero Chiambretti in qualità di direttore del Markette Gospel Choir. Vanta collaborazioni con alcuni dei più importanti artisti della musica gospel internazionali quali Walter ed Edwin Hawkins, Andrae Crouch, Shirley Caesar e Ron Kenoly. Nel corso della sua carriera musicale ha fondato gruppi come i Dimensions of Gospel (Virginia), The Black Voices (University of Virginia), Genesis allo Smith College (Northampton, Mass.), The New Voices of Joy. Attualmente vive a Firenze dove ha creato il "Children’s Gospel Choir" e ed il coro "The Stars of Hope". Successivamente Brown ha fondato la prima scuola di musica e cultura Afro-Americana “The Florence Gospel Choir School” della quale fanno parte "The Florence Gospel Choir" ed il coro "The Gospel Tree". Nehemiah Brown ha dato un grande contributo alla promozione della musica gospel in Italia ed in Europa esibendosi nei teatri e nelle chiese con i suoi cori e riscuotendo grande successo di pubblico e di critica. Tra le più importanti iniziative a cui ha partecipato spiccano il concerto per il Capodanno 2000 e il concerto per la pace del 2003 a Firenze, la serata in favore dell’associazione “Children in Crisis” alla presenza di Sarah Ferguson, l’esibizione nella Sala Nervi del Vaticano e allo stadio Olimpico di Roma alla presenza di Papa Giovanni Paolo II. Nel corso della sua carriera artistica Brown ha collaborato alla realizzazione di vari spettacoli musicali e teatrali come “The Long Road To Freedom”, “It’s A Possible Dream” “Bills Paid” e diversi CD, in particolare con i Joyful Gospel Ensemble di Livorno e il Coro San Leonardo di S. Stefano di Magra, paese che gli ha dato la cittadinanza onoraria. Attualmente tiene seminari di musica gospel sia in Italia che all'estero e grazie al suo lavoro come insegnante alla International School of Florence e nelle scuole, continua a diffondere il messaggio più autentico di amore, pace e tolleranza intrinseco alla musica Gospel.


MICHELE BONIVENTO

Michele Bonivento è un pianista dalle delicate emozioni e graffianti sonorità blues-funk, oltre ad essere un organista di intenso feeling e dalle potenti ritmiche. Eclettico arrangiatore e produttore, ha al suo attivo oltre 40 CD e moltissime produzioni per pubblicità, video e rappresentazioni teatrali. Ha dedicato la sua vita alla ricerca di un pianismo sempre rivolto a risvegliare le emozioni più profonde. Ha collaborato con artisti come Cheryl Porter, In The Spirit, The Gospel Times, David Massey, Kay Foster Jackson, Wendy D.Lewis, Herbie Goins, Vincent W. Williams, Darrell Hill, Ian Siegal, Glen White, James Thompson, Barbara Evans, Dana Gillespie, John Henry Blues, Joyce Yuille, Andy J. Forest, Larry Ray, Elliot Murphy, Ashley Davis, Kimberly Dovington. Le esperienze con diversi musicisti africani tra i quali Abdou ‘Jaetz’ N’Diaje (bass player di Youssou N’Dour), Moulaje Niang, Dudu Kwate, Jamal Ouassini lo conducono ad una ricerca delle più intime sonorità e idee musicali di cui solo l'Africa è fonte inesauribile. 


WENDELL SIMPKINS

Nato ad Aiken (South Carolina, USA), Wendell non è per niente un estraneo al palco. Dall’età di 3 anni, ha cominciato la sua carriera artistica esibendosi nelle chiese e nelle scuole della sua città. Wendell si sente benedetto ed onorato dal Signore per la sua voce e per l’opportunità che gli è stata data di metterla a disposizione di tutti coloro che vogliono avvicinarsi a una spiritualità più profonda. La sua versatilità non conosce confini. Ha studiato musica classica ma può cantare per qualunque tipo e genere. Oltre a cantare, Wendell dirige, insegna musica (anche in seminari) ed è un compositore di talento. Wendell è stato premiato nel 2015 e nel 2016, in occasione del “GMA Italia” (Gospel Music Awards of Italy) come miglior artista maschile dell’anno e per la miglior esibizione dal vivo. 


JUBILATION CHOIR

Nei Jubilation la voglia di divertirsi e di divertire si percepisce fortemente quando si assiste ad uno dei loro coinvolgenti spettacoli. E’ impossibile riuscire a star seduti senza ballare e senza farsi trascinare nei loro ritmi incalzanti. Così come è impossibile non versare almeno una lacrima di struggente commozione, lasciandosi trasportare dalle voci di solisti eccelsi. Nato artisticamente nel marzo del 1998 da un'idea di Luca Del Tongo, che tutt'ora ricopre il ruolo di direttore artistico e musicale, è considerato uno dei gruppi Gospel più apprezzati del panorama italiano partecipando a numerose manifestazioni in tutta Italia spesso al fianco di importanti artisti nazionali ed internazionali. Oltre ad essere stato convocato ad allietare il Natale Ferrari con un concerto che si è tenuto all'interno del circuito di Maranello, il gruppo si è esibito all’arena di Verona al fianco di Gianna Nannini in occasione del Wind Music Award 2015, in diretta su RAI 1. Il gruppo e' stato invitato a partecipare per ben 4 volte al prestigioso ed ambito Gospel Festival di Milano, trasmesso su SKY e su Rete 4 ed è stato ingaggiato anche per registrare alcuni spot televisivi tra i quali ricordiamo la campagna dei prodotti Citterio ed il tormentone dello spot televisivo del panettone Maina. 

Vincitore del "Gospel JF Award", premio assegnato a Torino nel 2009 per la professionalità ed i risultati ottenuti, il Jubilation Gospel Choir ha all'attivo due Cd ("So Amazing" e "Good to me") alcune compilation tra cui ricordiamo il Cd "Mille voci per Betlemme" del quale sono state distribuite 50.000 copie nelle edicole di tutta Italia, ed il singolo "Ci ritroveremo" brano eseguito insieme a Riccardo Fogli, Don Backy, Homo Sapiens.

L'associazione Jubilation GC, sotto la direzione artistica di Luca Del Tongo, ha ideato ed organizza dal 2004 il Livorno Gospel Festival, rassegna di gruppi Gospel internazionali che riscuote ogni anno un interesse sempre crescente, tanto da essere considerata una delle manifestazioni Gospel più attese ed importanti a livello nazionale. 


GOSPEL TIMES

"Cantiamo e ringraziamo Dio per ogni giorno che verrà. Cantiamo della gioia, del dolore, della felicità e della sofferenza". Poche ma essenziali parole attraverso cui Joyce Yuille, anima di questo gruppo,  spiega come dietro alla sua nascita ci sia la profonda passione per la musica gospel di un gruppo di cantanti solisti d’altissimo livello che "abbandonano" la loro carriera per diffondere insieme il messaggio della musica della "buona novella". 

 

Gospel Times è considerato oggi una delle realtà più amate ed apprezzate nel panorama gospel italiano per l’energia profusa nel diffondere i valori tradizionali della musica gospel in un viaggio attraverso ritmi ed atmosfere in grado di raccogliere le differenti esperienze artistiche dei suoi componenti. Un repertorio ricco di “gospel”, “spiritual” e “traditional” interpretati da voci straordinarie dalle grandi capacità vocali a partire dalla leader Joyce E. Yuille, al talento di Julia St. Louis alla straordinaria voce di Joselin St.Aimee, alla voce ricca di sfumature di Wendell Simpkins .

Line-up:
Joyce Yuille - contralto
Julia St. Louis - soprano
Josie St.Aimee - soprano
Wendell Simpkins -  baritono
Michele Bonivento – organo

Francesco Inverno – batteria 

Jonathan Godin - basso 


LUCA BRIGHI

Nato a Recife (Brasile), ma cresciuto in Italia da genitori adottivi italiani, è un cantante particolarmente dotato dal punto di vista tecnico, con un estensione incredibile e un’energia esplosiva. Incuriosito dalla musica sin dalla tenera età, si è approcciato ad essa verso i 4 anni suonando batteria e chitarra. Solo in seguito ha iniziato a coltivare la passione per il canto. A tredici anni incomincia a muovere i primi passi sui palchi come cantante in varie formazioni che spaziavano dal funk al soul, dal reggae al blues. Durante la sua carriera artistica ha cantato con vari artisti e gruppi tra i quali i Moka da Tre, Brown Eyed Band, Vibra Funk, Vise & the Coconuts, The Soul Brothers. Tra gli artisti con cui ha collaborato spiccano Ronny B., Francesco Boldini, Stan Sargeant, Michele Bonivento, Alex Masi, John Macaluso, Samantha Giordano, Pietro Taucher, Carmine Bloisi, Ivan Zuccarato e i cori Gospel di Alessandra Pascali (BluBordò) e di Mirta Magnoler e Stefano Olivato (Semicroma). Quest’ anno prosegue i live con varie formazioni tra cui: Mad Fellaz, Francesco Boldini, Francesco Perale, Pierfrancesco Boldini, Me & The Modular Ensemble, The Soul Brothers, Brown Style.

Attualmente è impegnato in diversi progetti tra i quali l’uscita del suo primo album in collaborazione con Francesco Boldini e la realizzazione del terzo album come cantante ufficiale dei Mad Fellaz.


THE KEEPERS

The Kingdom Keepers, conosciute come “The Keepers” sono un gruppo gospel tutto femminile. Si sono formate nei cori delle chiese evangeliche ed aspirano a rompere quelli che sono considerati gli stereotipi della musica gospel tradizionale mescolando grazie alla loro creatività generi musicali diversi. “The Keepers are the new sound!”. Tra di loro anche Caroline Awuku, una delle sei ragazze del gruppo Dynamo creato dalla cantante gospel Cheril Porter che ha partecipato a XFactor nel 2014. 

 


VENICE GOSPEL COMMUNITY CHOIR

diretto da Joselin St.Aimee, è il risultato di una delle attività dell'associazione Acting Out English Academy di cui St.Aimee è Presidente. Il coro è nato con la finalità di promuovere la cultura afroamericana diffondendo un messaggio di pace e tolleranza tra i popoli. Perché "Community Choir"? Perché le sue porte sono aperte a tutti coloro che sono uniti dalla passione per il canto e la musica Gospel, rappresentando un'occasione d'incontro e scambio multiculturale e multi-generazionale. Per preparare i partecipanti al coro sono previste lezioni di canto corale con Joselin St.Aimee tutti i martedì presso la parrocchia della Chiesa di San Giuseppe, in viale San Marco (fermata tram Molmenti).  Per informazioni: info@aoea.org, cell. 3471295902 o 3394438320.

 


LA NOSTRA PRESENTATRICE:

CLAUDIA VIGATO

Conduttrice di eventi, autrice e lettrice di testi, inizia nel 2007 a presentare i primi concerti. La passione per questa attività la porta a studiare dizione e recitazione presso il Centro studi sull'Etnodramma di Monselice (Pd) e, in seguito, a frequentare la Scuola di Teatro Carlo Goldoni a Bagnoli di Sopra (Pd). Claudia sviluppa e mette così alla prova quella che appare essere in lei una propensione innata: parlare in pubblico.

Nella convinzione che uno dei segreti per un'ottima presentazione stia a monte, nel tempo dedicato alla sua preparazione, Claudia cura personalmente l'organizzazione delle scalette prima e dei copioni poi, redigendo i testi e adeguandoli al contesto in cui la manifestazione si svolge, secondo le esigenze dei committenti.

Riservata nella vita privata, ma disinvolta sul palcoscenico, Claudia si racconta così: "talvolta accade che le nostre passioni, accantonate e ostacolate dalle scelte razionali che compiamo, attraverso percorsi più o meno lunghi, ci raggiungano e si riapproprino dello spazio che per natura spetta loro.

Ho esordito quasi per caso. -Presenti tu Claudia?- Mi fu chiesto. Non potevo di certo sapere, allora, che quel "Sì", pronunciato con l'insicurezza di chi si chiede se sarà all'altezza del compito per il quale altri lo ritengono senza dubbi capace, avrebbe aperto una via che sarebbe, in seguito, risultata sì emozionante da percorrere.

C'era forse qualche avvisaglia della propensione a parlare in pubblico nel fascino che aveva destato in me la rhetorikè téchne di cui spesso leggevo durante gli studi classici. Mai, tuttavia, avrei immaginato che, proprio io, un giorno sarei stata al centro della scena, con un microfono in mano. Errato pregiudizio! Solo di recente, frequentando i laboratori teatrali tenuti dai Maestri Fabio Gemo ed Eleonora Fuser, ho imparato concretamente come il palco consenta di mostrarsi (e di essere) in vesti apparentemente inconciliabili con quelle che, abitualmente, ci contraddistinguono nella vita quotidiana.

Ma, in fondo, credo di trasmettere, anche mentre parlo davanti ad un microfono, il mio essere spontanea ed ironica, o almeno lo spero, visto che, se il contesto lo consente, mi diverte strappare un sorriso agli spettatori.

Ciò che mi prefiggo è di destare e mantenere vivo l'interesse del pubblico, intrattenendolo e offrendo la migliore prestazione possibile sia nei contenuti, sia nella forma.